Seleziona una pagina

Mentre vi scrivo, la giovane Greta Thunberg è nella mia città, a Roma, a Piazza del Popolo e sta parlando ai ragazzi durante la manifestazione organizzata da #FridaysforFuture.
Io dal canto mio, faccio fede alla promessa fatta e vi racconto i miei primi passi all’insegna del “No Waste”.

Cominciamo dalla plastica

 

Modificare radicalmente le proprie abitudini di vita e di consumo non è facile, anche per questo ho deciso di pormi dei piccoli obiettivi raggiungibili, per non correre il rischio di mollare alla prima difficoltà.
Il mio desiderio è di ridurre la mia produzione di rifiuti di plastica. Dirlo è semplice, farlo un po’ meno. Per chi come me, fa la spesa prevalentemente al supermercato, fare acquisti plastic-free è un’impresa quasi impossibile. Di negozi sfusi (dove acquistare alimenti e detersivi a peso, sfusi per l’appunto) a Roma ce ne sono ancora pochissimi e nessuno è nella mia zona. Un tempo trovavo le ricariche biodegradabili con sapone di marsiglia e per il detersivo per i pavimenti ma sono scomparse dagli scaffali. Ho scritto all’azienda che li produceva e mi ha risposto che non li produce più. Insomma, la questione per la pulizia della casa è ancora complicata. Ci devo lavorare su ancora un po’.

Vi spiego cosa faccio io

 

Meglio va per l’igiene personale. Grazie a un post di tulimami ho scoperto che praticamente tutti i prodotti che uso quotidianamente li posso acquistare anche solidi. Hanno la forma di una saponetta, li usi proprio come una saponetta, ma sono in realtà shampoo, balsamo, latte detergente, crema per il viso e via dicendo…
Ho aspettato di provarli per un po’ di tempo prima di raccontarvelo e il mio primo bilancio è ultra positivo.

Comincio dallo shampoo. Io ho preso questo di lush, ma ne esistono di un’infinità di varietà, profumazioni ed esigenze. Dura tantissimo, ha un buon profumo, lascia i capelli puliti molto più a lungo dello shampoo tradizionale, i capelli si sciacquano molto meglio e a me sembrano anche più sani.Visto che i miei sono secchi e indisciplinati, ho comprato anche il balsamo. Rigorosamente solido. Ho scelto questo. All’inizio non riuscivo a usarlo ma poi ho capito che basta ammorbidire la saponetta con acqua molto calda e riesci a donare luminosità e volume ai tuoi capelli.

Anche il mio nuovo latte detergente è solido: bagno la saponetta, la passo sul viso e tolgo tutto con una spugnetta bagnata.
La crema per il viso? Una saponetta! Ho scelto questa all’olio di argan che si passa direttamente sul volto, con il calore della pelle si scioglie leggermente e lascia il viso morbido e luminoso. Fantastica.

Prossimi acquisti che farò: deodorante e crema per il corpo. Forse oserò addirittura il fondotinta solido!

Pin It on Pinterest

Share This